Nel momento in cui viene portata a termine una trattativa per la compravendita di un immobile, la parte acquirente è tenuta a presentare il cosiddetto modello 69 presso l’Agenzia delle entrate. Si tratta di un documento molto importante per portare a termine con successo la procedura di acquisto.

A differenza dei contratti di affitto e delle relative proroghe (che dal 2014 vanno registrate tramite l’apposito modello RLI), il deposito preliminare relativo alla compravendita di case e appartamenti avviene tramite il modello 69. Ma come va compilato?

Scopriamo quando è indispensabile depositarlo, con quali tempistiche farlo e come compilare in maniera corretta il modello 69.


LEGGI ANCHE: Cosa inserire nel rigo E7 del 730?


Come compilare il modello 69

Il documento è composto da cinque diverse parti:

Come registrare il modello 69

Il modello 69 dev’essere depositato presso l’Agenzia delle entrate in duplice copia compilata e firmata. Non solo: al documento va aggiunta una marca da bollo da 16 euro ogni quattro facciate, oltre al modello F24.

Quando va depositato il modello 69

Per evitare di incorrere in sanzioni amministrative, il modello 69 va presentato presso gli sportelli dell’Agenzia delle entrate entro 30 giorni dalla data di stipula dell’atto di compravendita dell’immobile.

Iscriviti alla newsletter per tenerti aggiornato sulle nostre ultime news